do more with less
news, esperienze, esempi da condividere e qualcosa su di me

giovedì 1 luglio 2004

Come dovrebbe cambiare il programma MCP

Ieri ho avuto il piacere di partecipare ad un Focus Group sul programma MCP. Microsoft sta contattando, in eventi come il Tech.Ed, gli MCP per sapere come sia possibile migliorare il programma, proponendo alcune ipotesi di evoluzione su cui discutere.

Sembra che in futuro, alla attuale suddivisione delle certificazione, si affiancherà anche un sistema a livelli che terrà conto:

- del numero di anni da cui si è MCP 
- delle esperienze professionali del singolo MCP.

In pratica una persona certificata da 5 anni, potrà godere di benefit superiori rispetto ad un neo MCP. Ma non solo, a parità di anni, una persona con più esperienza professionale nel campo della sua certificazione, potrà contare su più benefit rispetto ad uno che ne avrà meno.

Si è parlato anche dei possibili benefit e le idee proposte da Microsoft e da noi sono state le più diverse anche se tutte hanno avuto un'estrazione comune: utilità per l'MCP. Tra i benefit annunciati spiccano: abbonamenti a MSDN o  TechNet, abbonamenti a riviste specializzate (SQL Magazine, MSDN Magazine, ecc), accesso alla Knowledge Base Microsoft, ecc.; benefit che come detto saranno diversi in funzione del livello temporale e professionale raggiunto.

Il programma, dopo la modifica, sarà fortemente pubblicizzato per garantire una maggior visibilità del programma anche nei paesi in cui oggi il mercato non ha una percezione del valore delle certificazioni Microsoft.

Concludendo posso dire che le 2 ore in cui abbiamo avuto modo di confrontarci su questo argomento mi hanno rincuorato sul valore che la certificazione Microsoft avrà in futuro; valore che come sappiamo al momento è abbastanza appannato.