do more with less
news, esperienze, esempi da condividere e qualcosa su di me

domenica 25 ottobre 2009

TFS 2010 Beta 2: aggiornamento da TFS 2005 o TFS 2008

L’uscita di una nuova versione, se pur in beta 2, genera le consuete domande su se e come sia possibile aggiornare la propria installazione di Team Foundation Server all’ultima release. Per fortuna c’è il blog di Brian Harry che in questi giorni è attivo più che mai nel fornirci informazioni su come operare con la nuova versione di TFS. Il suo post sull’argomento Upgrading from TFS 2005/2008 to TFS 2010 è ricco di informazioni utili tra cui, la cosa che più ha catturato la mia attenzione, è la possibilità di unire ad una installazione TFS 2010 un eventuale precedente installazione TFS 2005/2008 utilizzando il tool TFSConfig come indicato di seguito:

Tfsconfig import
/connectionString:”Data Source=YourDataSource;Initial Catalog=TfsIntegration;Integrated Security=SSPI"
/collectionName:UpgradedCollection

Gli scenari presentati nel suo post sono molteplici quindi, se state valutando di aggiornare il vostro TFS, non vi resta che leggere i suoi suggerimenti e scaricarvi la Team Foundation Installation Guide for Visual Studio Team System 2010 che vi aiuterà nel vostro processo di migrazione.

mercoledì 21 ottobre 2009

Visual Studio 2010 Beta 2: Training kit disponibile per il download

Come segnalato dal blog del Team di MSDN Italia è disponibile per il download il Trainink Kit per Visual Studio 2010 e .NET 4.0. Per chi volesse scaricarlo ecco il link: Visual Studio 2010 and .NET Framework 4 Training Kit - October Preview.

TFS 2010 Beta 2: Compatibilità con Team Explorer 2008 e 2005

La Beta 2 di Team Foudantion Server è stata rilasciata da qualche giorno e iniziamo a chiederci se e quale livello di compatibilità esista tra questa nuove versione di TFS e le vecchie versioni dei client 2005 e 2008. Bene, per chi vuole saperne di più può trovare in questo articolo le informazioni del caso: Compatibility Matrix for 2010 Beta 2 Team Foundation Server to Team Explorer 2008 and 2005.

martedì 20 ottobre 2009

Sitefinity: offerta Telerik ancora disponibile per gli User Group

Negli scorsi giorni ho avuto modo di contattare Telerik per verificare se l’offerta promossa in collaborazione con Ineta e discount ASP.NET fosse ancora attiva per gli User Group su tecnologia .NET. Ebbene la risposta è si. Non esiste più la pagina da dove poter effettuare la richiesta online ma questo non ha chiuso l’opportunità per chi ha o sta creando uno User Group su tecnologia .NET. Il contenuto dell’offerta è il seguente:

  • Sitefinity Standard Edition License (offerta da Telerik)
  • User Group Web Site Template (realizzato in collaborazione con Ineta)
  • Spazio Web gratuito (offerto da discount ASP.NET)

Se avete i requisiti, siete uno UG che parla di tecnologia .NET o lo state creando, non esitate a contattarmi in modo che io possa mettervi in contatto con la persona di Telerik che segue questa promozione.

lunedì 19 ottobre 2009

Visual Studio 2010: Beta 2 per gli MSDN Subscriber

Visual Studio 2010 Per chi come me attendeva l’uscita di questa versione, ora può iniziare a scaricare la beta 2 di Visual Studio 2010 e, cosa che attendevo in modo particolare, di Team Foudantion Server 2010. Si, c’è un ma. Per poter fare il download è necessario avere una sottoscrizione MSDN.

Contestualmente a questo rilascio ora sappiamo anche quando sarà rilasciata la versione definitiva, si parla del 22 marzo 2010. Nel frattempo, se ancora non avete una sottoscrizione MSDN perché non approfittare dell’ultima offerta per ottenere Visual Studio 2010 non appena rilasciato per gli MSDN Subscriber? Ecco cosa riporta il sito americano di MSDN:

Here’s the deal
The Visual Studio product line-up is evolving in 2010. During this transition time, you have an opportunity to activate a MSDN Premium subscription, which will convert to a more advanced edition of Visual Studio 2010 with MSDN.

Per avere maggiori informazioni visitate il sito MSDN.

ALM Day: venerdì scorso prima prova di avvicinamento

Venerdì, nel corso dell’evento TFS Track organizzato da XE.NET, ho potuto provare la mia sessione su Scrum & TFS che, se pur con un taglio leggermente diverso e in collaborazione con Paolo Ruffini, terrò durante le due date previste dall’ALM Day. Sono soddisfatto dei feedback ricevuti e della partecipazione degli amici del nostro User Group che hanno evidenziato quanto, per problemi comuni a noi che operiamo nel mondo dell’informatica, il binomio Scrum (metodologia) e Team Foundation Server (strumento) sia un’ottima soluzione per la gestione dell’ecosistema che coinvolge i team di sviluppo. Quindi se vi siete persi la sessione di venerdì scorso non mancate ad una delle due date dell’ALM Day.

giovedì 15 ottobre 2009

ALM Day: aperte le iscrizioni

E’ evidente a tutti che l’efficienza di un team di sviluppo passi per una corretta gestione del ciclo di vita del software (Application Lifecycle Management). L’ecosistema in cui un team di sviluppo si trova a operare ne influenza la vita produttiva e di conseguenza non si può prescindere da una corretta integrazione di tutte le realtà coinvolte in questo processo produttivo. Se condividete questo mio punto di vista, non potete mancare a una delle due date che fanno parte dell’evento ALM Day, organizzato da Microsoft per parlare di Application Lifecycle Management.

Anche quest’anno nella data di Roma e di Milano si potranno apprezzare sessioni dedicate a questo argomento e finalizzate alla crescita dell’ecosistema produttivo che ruota intorno alla realizzazione di un prodotto o progetto.

Durante questo evento avrò il piacere di parlare di come Scrum e TFS possano allearsi per fornire un sistema in grado di integrare i diversi aspetti, ruoli e attori coinvolti nello sviluppo di una soluzione software.

Bene, ora non vi resta che iscrivervi cliccando qui.

XE.NET: TFS Track time

Ci siamo! Domani si parla di Team System e metodologie agili. Ho il piacere di intrattenere, con il mitico Lorenzo Barbieri, gli amici del nostro user group XE.NET. L’evento si terrà, come di consueto, al Novotel Venezia Mestre Castellana. Per maggiori informazioni e iscrizioni cliccate qui.

lunedì 12 ottobre 2009

Mac OS X Snow Leopard: ClamShell mode non supportato con batteria

Dopo lungo tribolare con il supporto tecnico Apple, ho scoperto che non è possibile utilizzare un monitor esterno quando lo schermo del mio Macbook Pro è chiuso (modalità Clamshell) e il portatile è alimentato a batteria. Visto poi che con il guscio unibody con cui sono fatti i nuovi Macbook Pro non è possibile rimuovere la batteria, ci si trova davanti alle seguenti opzioni:

  1. Si mantiene alimentato il notebook a discapito della vita della batteria;
  2. Non si usa un monitor esterno quando si lavora con la sola alimentazione da batteria;
  3. Si mantiene aperto lo schermo del Macbook Pro quando si usa la batteria e lo si collega ad un monitor esterno.

Io a malincuore ho optato per la soluzione 3, visto che unitamente al mio portatile ho anche un Apple Led Cinema Display (se lo avessi saputo probabilmente avrei optato per non prenderlo). Ma per poterlo sfruttare al meglio ho dovuto fare alcune modifiche alle impostazioni di default del sistema operativo. Come prima cosa ho scelto di non usare la clonazione degli schermi per evitare di lavorare con una risoluzione di 1440 x 900 su un monitor che da il suo meglio a 1920 x 1200. In secondo luogo ho dovuto modificare il posizionamento della barra dei menù e degli strumenti dal monitor del portatile a quello esterno per far si che il Cinema Display diventasse il monitor primario. Per fortuna, quando il monitor non è collegato al portatile, barra dei menù e dock tornano ad essere visibili nel monitor del notebook senza creare problemi. Problemi che però si presentano nel momento in cui si collega ad un proiettore esterno nel qual caso sono costretto a risistemare la priorità tra monitor del Macbook e proiettore esterno.

Qualcuno potrebbe dire che alla fine è un problema da niente ma per me non è così per alcuni motivi:

  1. La mia area di lavoro in casa è minimal (nelle dimensioni) e quindi questa nuova modalità mi ha obbligato a riorganizzare l’intera area di lavoro;
  2. vengo da anni di esperienza con portatili Dell e monitor esterni Dell dove la modalità Clamshell era pienamente supportata anche in modalità batteria;
  3. Con il mio Macbook Pro precedente (versione 2008) e il Cinema Display 23 (precedente a quello attuale), potendo rimuovere la batteria, l’ingresso della tecnologia Mac in casa non aveva avuto alcun impatto logistico.

In questo momento rimpiango il mio Dell, sia per le sue funzionalità che per l’assistenza. Il supporto Apple, che ho grazie all’estensione della garanzia base, non si avvicina neanché lontanamente a quanto offerto da Dell. Che dire, Apple ha un design impareggiabile ma sicuramente è carente come supporto e per alcune funzionalità ritenute base da qualsiasi utente dotato di notebook (vedi modalità Clamshell).

Windows 7: 14 keyboard shortcut da 77 tips

Per non farsi trovare impreparati al lancio di Windows 7 potrebbe esservi utile un articolo pubblicato da Technet Magazine dal titolo: 77 Windows 7 Tips.

Da questo articolo ecco 14 utili keyboard shortcut da usare in Windows 7:

  1. Win+h - Move current window to full screen
  2. Win+i - Restore current full screen window to normal size or minimize current window if not full screen
  3. Win+Shift+arrow - Move current window to alternate screen
  4. Win+D - Minimize all windows and show the desktop
  5. Win+E - Launch Explorer with Computer as the focus
  6. Win+F - Launch a search window
  7. Win+G - Cycle through gadgets
  8. Win+L - Lock the desktop
  9. Win+M - Minimize the current window
  10. Win+R - Open the Run window
  11. Win+T - Cycle through task bar opening Aero Peek for each running item
  12. Win+U - Open the Ease of Use center
  13. Win+Space - Aero Peek the desktop
  14. Ctrl+Win+Tab - Open persistent task selection window, roll mouse over each icon to preview item and minimize others

Buona lettura.

domenica 11 ottobre 2009

Orange.Net: Windows 7 Party

In occasione del lancio del nuovo sistema operativo di Microsoft, Windows 7, lo user group OrangeDotNet organizza il primo evento live con sessioni dedicate all'argomento. Oltre ad essere un vero e proprio party, ci saranno mini sessioni per capire cosa ci aspetta nella nuova versione dell'OS targato Microsoft.
L'evento è organizzato in collaborazione con l'assessorato alla cultura di Paternò.
Lo staff di OrangeDotNet sarà presente e ci sarà la possibilità di vedere e lavorare con alcuni OS installati, scambiare chiacchiere e opinioni sia dal punto di vista degli User, che dal punto di vista degli Sviluppatori.
Verranno inoltre estratti con sorteggio alcune copie di Windows 7 più vari gadget. Vi aspettiamo in tanti!

Data: Lunedì 26 Ottobre 2009
Ore: 20.00
Luogo: Piccolo Teatro - Via Monastero, 2 - Paternò (CT)

Informazioni e iscrizioni

giovedì 8 ottobre 2009

ASPItalia.com: Real Code Day 4.0 - Costruire applicazioni reali

La continua evoluzione delle tecnologie di sviluppo a disposizione degli sviluppatori in molti casi rappresenta un elemento critico con cui dover fare i conti. In questo contesto saper scegliere la tecnologia giusta per le applicazioni e operare le scelte di disegno corrette rappresentano aspetti cruciali per avere successo nei propri progetti. Real Code Day 4.0 nasce da questa consapevolezza e dall'idea di mostrare la tecnologia applicata in un progetto reale.
Durante le sessioni tecniche verrà mostrato in modo pragmatico come costruire un'applicazione enterprise da zero, considerando tutti gli aspetti principali che solitamente si devono prendere in considerazione durante la fase progettuale e di sviluppo. Verrà data particolare attenzione all'approccio generale, alle modalità con cui tradurre i casi d'uso in scelte progettuali e alle best-practice riguardanti lo sviluppo di applicazioni per il web e per Windows.

Data: Venerdì 4 Dicembre 2009
Ore: 09.00
Luogo: Scuola Superiore Tecnologie Industriali- Sala Conferenze – Via Panciattichi, 29 – Firenze

Informazioni e iscrizioni

lunedì 5 ottobre 2009

TFS: usarlo in ambienti eterogenei

Durante le mie attività di consulenza in realtà medio-grandi ho notato come siano spesso presenti diverse tecnologie di sviluppo (Java, Microsoft .NET, ecc) utilizzate su sistemi operativi differenti. In queste realtà il primo ostacolo, che mi viene chiesto di superare, è quello dell’integrazione di Team Foundation Server con sistemi di sviluppo eterogenei in modo da poter contaminare i diversi team di sviluppo con le medesime metodologie e strumenti. La risposta a questa esigenza è sicuramente la suite Teamprise Client Suite in grado di garantire un’integrazione di TFS con sistemi operativi e linguaggi di programmazione differenti.

Telerik: nuovi strumenti per TFS gratuiti

Se utilizzate Team Foundation Server per gestire le vostre applicazioni e seguire metodologie che vi aiutino nel ciclo di vita delle vostre applicazioni, i tool recentemente rilasciati da Telerik possono essere un utile aiuto per eseguire i vostri task quotidiani. Io li sto ancora provando e quindi per il momento il mio è un suggerimento che spero si trasformi presto in una raccomandazione. Per chi volesse provarli, ecco da dove scaricarli: TFS Tools.

domenica 4 ottobre 2009

TFS 2010 for SourceSafe Users

Brian Harry nel suo blog annuncia una versione “Basic” di Team Foundation Server che permetterà di soddisfare le esigenze di piccoli team fino ad oggi legati a Visual SourceSafe per la gestione dei sorgenti. Questa versione di TFS permetterà di utilizzare Version Control, Bug tracking e build automation ma non incluederà le funzionalità derivate da Sharepoint e Reporting. Come dice Brian, il bello è che è sempre TFS e quindi si potrà, in futuro, far crescere la propria installazione riconfigurandola per soddisfare le cambiate necessita del team.

Personalmente apprezzo la particolarità che permetterà la sua installazione anche su Windows 7 e quindi potrò tornare ad avere il mio source repository sempre con me.

Per un dettaglio esaustivo vi consiglio di dare un’occhiata al post di Brian: TFS 2010 for Source Safe Users.

Bye Bye Visual SourceSafe

XE.NET: Data Track

Entity Framework 4.0: Promessa mantenuta?
La nuova versione dell'Entity Framework che sarà inclusa nel .NET Framework 4.0 è attesa da molti come quella che porterà una soluzione ai problemi della precedente release. Vale la pena di soffermarsi sull'argomento per comprendere se le novità introdotte giustifichino finalmente il passaggio all'ORM di casa Microsoft. - Speaker: Andrea Boschin

Dynamic Data 4.0
Molte sono le novità in quest'ultima relese dei Dynamic Data, che ne permettono una più facile integrazioni nelle nostre applicazioni. Molti limiti della precedente versione sono stati superati, permettento così un più ampio utilizzo, e una maggiore possibilità si personalizzazione. In questa sessione cercheremo di capire quando utilizzare questa tecnologia, e i vantaggi che essa porta allo sviluppare, e alle nostre applicazioni. - Speaker: Andrea Dottor

Data: Venerdì 11 Dicembre 2009
Ore: 19.00
Luogo: Novotel Venezia Mestre Castellana – Via Alfredo Ceccherini 21 – 30174 Venezia Mestre

Informazioni e iscrizioni

XE.NET: Microsoft Velocity overview, practical setup and usage

Microsoft code name "Velocity" è una nuova Cache Applicativa, attualmente in CTP3, che consente di rendere scalabili, performanti ed affidabili le applicazioni desktop e web, fornendo una cache distibuita, con possibilità di gestione della ridondanza. Pur non sostituendo la Cache di ASP.Net, Velocity è integrabile in applicazioni ASP.Net esistenti grazie ad un SessionProvider che permette di implementare in maniera trasparente una sessione out-of-process, beneficiando sia delle prestazioni ottenute in memoria che dell'affidabilità una sessione distribuita su diversi server. In questa sessione saranno illustrate e dimostrate tutte le funzionalità disponibili con la CTP3, come installare, configurare ed utilizzare Velocity in applicazioni Web e desktop. Speaker: Andrea Colaci

Data: Venerdì 20 Novembre 2009
Ore: 21.30
Luogo: Virtual Meeting Online - LiveMeeting

Informazioni e iscrizioni

XE.NET: Dynamic Programming for the Static Programmer

Perchè un programmatore che usa quotidianamente C# o VB.NET, linguaggi compilati di cui è soddisfatto, dovrebbe dare un’occhiata ai linguaggi interpretati? Risposta: configurazione, parametrazione, personalizzazione, delle applicazioni che di base sono implementate in C# o VB.NET. Obiettivo: abbassare il costo di manutenzione delle applicazioni spostando la responsabilità dal “core cablato” delle applicazioni, alla configurazione attraverso scripting. Si parlerà di IronPython, di IronRuby e del Dynamic Language Runtime. Non si parlerà di Ruby on Rails. – Speaker: Marco Parenzan

Data: Venerdì 30 Ottobre 2009
Ore: 21.30
Luogo: Virtual Meeting Online - LiveMeeting

Informazioni e iscrizioni

XE.NET: Web Track

Windows Communication Foundation: normalizzare e controllare i servizi WCF
Chi ha potuto lavorare con questa tecnologia sa come i template forniti con Visual Studio siano spesso fonte di inutili complicazioni nella configurazione e nella normalizzazione di un servizio. La sessione dimostrerà un sistema alternativo di organizzare, con progetti completamente controllati da noi, i nostri servizi WCF. L’esempio nasce dalla messa in pratica di un articolo pubblicato qualche mese fa su Code Magazine; personalizzando e applicando il risultato in diversi progetti enterprise da me seguiti nel corso dell’ultimo anno. - Speaker: Davide Vernole

Silverlight do it better: Silverlight, Ria Services e le LOB Applications
Alcune delle nuove feature di Silverlight 3.0 rendono la piattaforma RIA di Microsoft decisamente adatta allo sviluppo di applicazioni LOB che godono di numerosi benefici rispetto a tecnologie orientate al desktop: Ria Services, DataForm, Out Of browser experience, e altre di questo tenore. In questa sessione si intende dimostrare come grazie a questi strumenti si possano creare applicazioni cross-platform che non fanno rimpiangere il desktop. - Speaker: Andrea Boschin

Data: Venerdì 6 Novembre 2009
Ore: 19.00
Luogo: Novotel Venezia Mestre Castellana – Via Alfredo Ceccherini 21 – 30174 Venezia Mestre

Informazioni e iscrizioni

UGIdotNET: Workshop Community Night - Basta Italia on tour

In occasione della tappa di Bologna di Basta!Italia on Tour, le community di ASPItalia.com Network ed UGIdotNET organizzano una serata dedicata alla presentazione di 3 sessioni dedicate ai temi più caldi del momento.

Data: Giovedì 22 Ottobre 2009
Ore: 18.15
Luogo: Hotel B4 Bologna Tower – Via Lenin 43 – 40138 Bologna

Informazioni e iscrizioni

DotNetRomaCesta: Gladiatori Fest

Il primo evento gratuito dell'User Group DotNetRomaCestà, sulla tecnologia .Net, in cui saranno illustrati alcune tecniche di programmazione. Le varie sessioni di questo evento, della durata di un giorno, sono di livelli diversi da sessione a sessione, permettendo a chiunque di partecipare in base alle proprie conoscenze. Nel corso dell'evento, si affronteranno argomenti avanzati come MVC ed utilizzo del database Sql Server 2008, altre sessioni riguarderanno il nuovo ambiente di Sviluppo Visual Studio 2010, come il nuovo controllo Chart della tecnologia Asp.Net 4.0 e l'utilizzo delle api di Bing.

Data: Mercoledì 21 Ottobre 2009
Ore: 08.30
Luogo: Auditorium SAP Italia – Via Paolo di Donno 73 - Roma

Informazioni e iscrizioni

XE.NET: TFS Track

Utilizzare Visual Studio per gestire efficacemente i Database
Gestire efficacemente i Database è sempre stato un problema. Con i Database Project e tutte le funzionalità collegate (gestione del DB sotto Version Control, refactoring del Database, generazione dei dati di test, Unit Test sul Database) Visual Studio diventa il tool ideale per gestire Database SQL Server oggi e Oracle nel prossimo futuro. - Speaker: Lorenzo Barbieri

Scrum for Team System, non solo teoria
La ricerca della corretta metodologia per la gestione del ciclo di vita di un’applicazione è spesso la chiave per il successo di un progetto. Dopo aver applicato negli anni diverse metodologie, agili e non, mi sono imbattuto in Scrum ed in particolare sul template ScrumForTeamSystem utilizzabile con Team Foundation Server. Questa metodologia agile ha saputo aiutare i team di sviluppo con cui collaboro, permettendo il raggiungimento di obiettivi prima impensabili. Nel corso della sessione evidenzieremo come si possa passare dalla teoria alla pratica valutando i pro e i contro riscontrati direttamente sul campo. - Speaker: Davide Vernole

Data: Venerdì 16 Ottobre 2009
Ore: 19.00
Luogo: Novotel Venezia Mestre Castellana – Via Alfredo Ceccherini 21 – 30174 Venezia Mestre

Informazioni e iscrizioni

DotNetMarche: 11° Workshop Refactoring 2TheMax

Fare refactoring significa modificare il codice di un software che già di per sé funziona, al fine di migliorarlo in termini di leggibilità, manutenibilità, testabilità ed estensibilità. In due parole significa dare valore aggiunto al vostro codice. Il refactoring può essere considerato una best-practice importante, ed esistono tools come ReSharper che, integrandosi con Visual Studio, permettono di semplificarne l'applicazione ed in generale di velocizzare la scrittura di buon codice.

Data: Venerdì 9 Ottobre 2009
Ore: 14.15
Luogo: Casa Cecchi - Centro Creativo Ambientale Urbano - Via della Paleotta, 11- 61032 Fano (PU)

Informazioni e iscrizioni

Ineta: Un feed per tenersi aggiornati sugli eventi degli User Group Italiani

Da quando tra i miei impegni sono diventato Italian Country Lead per Ineta, un pensiero mi ha accompagnato: "Come poter fare per mantenere aggiornata l'area eventi in lingua italiana del sito europeo di Ineta senza fare un edit diretto delle pagine?". La mia scarsa conoscenza del CMS usato dal portale Ineta mi aveva fatto scartare l'idea di aggregare le informazioni da un RSS dedicato e mi aveva fatto optare per soluzioni meno produttive e rapide da usare. Dopo il Summit con le Community Italiane, organizzato in Microsoft Italia a metà settembre, mi sono deciso a vedere se ci fosse un modo per essere più rapido nell'aggiornamento e nella pubblicazione di nuovi eventi. La soluzione sembra essere proprio quella di pubblicare un feed dedicato agli eventi degli User Group Italiani, già associati ad Ineta o che si stanno preparando per esserlo, da usare in primis come fornitore di informazioni per la pagina italiana che si trova nel sito europeo di Ineta.

Sperando che l'implementazione funzioni come atteso, vi invito a mandarmi indicazione dei vostri prossimi eventi così da poter pubblicare le informazioni e darvi maggior visibilità.