do more with less
news, esperienze, esempi da condividere e qualcosa su di me

sabato 16 ottobre 2010

XE.NET: Mobile Track

Da Windows Mobile 6.5 a Windows Phone 7 Series
In questa sessione affronteremo le differenze principali tra le due versioni del s.o. Windows Mobile esplorando sia gli strumenti di sviluppo che le architetture. Verranno illustrati i punti in comune e non per preparare i nostri applicativi al passaggio verso il nuovo s.o. Nella sessione saranno esplorati poi i dettagli dell’architettura su cui si basa il nuovo s.o. Windows Phone.
Speaker: Mirko Vanini

Creare applicazioni per Windows Phone 7 Series con Silverlight
In questa sessione affronteremo lo sviluppo con Windows Phone 7, con particolare riguardo alla realizzazione di applicazioni con Silverlight, lo strumento principale per lo sviluppo su questo nuovo dispositivo. La sessione indicherà come predisporre l'ambiente di sviluppo, quali sono gli strumenti di sviluppo e le basi da cui iniziare.
Speaker: Andrea Boschin (MVP Silverlight)

Data: Venerdì 3 Dicembre 2010
Ore: 19.30
Luogo: Novotel Venezia Mestre Castellana – Via Alfredo Ceccherini 21 – 30174 Venezia Mestre

XE.NET: Virtual Meeting

Iniziare con F#
In Visual Studio 2010 è apparso un nuovo linguaggio: F#. Cos'è, da dove nasce, come si scrive in F#. E perchè tanti lo stanno apprezzando più di C#...
Speaker: Marco Parenzan

Registrazione: 21:00:00
Inizio: 21:30:00
Località: Live Meeting online

XE.NET: Microsoft Community Tour

09:30 – Keynote
Speaker: Lorenzo Barbieri - Microsoft Developer Evangelist

10:10 - Windows Phone 7: Sviluppare applicazioni per il Marketplace
In questa sessione vedremo lo sviluppo di applicazioni per il Marketplace di WP7, con esempi presi da applicazioni reali.
Speaker:  Lorenzo Barbieri - Microsoft Developer Evangelist 

11:35 - Make javascript Simple with jQuery
La costante richiesta di interfacce rich nella applicazioni internet sta spingendo sempre più l'adozione di librerie Javascript che facilitino la programmazione con questo linguaggio che per molti versi è ostico, almeno quanto flessibile. jQuery ormai si è guadagnato la palma di migliore e maggiormente adottata libreria, con un core molto snello e una serie di plugin di grande efficacia che aiutano molto il programmatore quando l'ambiente non consente l'uso di più moderni strumenti RIA. In questa sessione affronteremo jQuery, cercando di comprendere i principi che stanno alla base del suo funzionamento vedendoli applicati in un piccolo gioco sviluppato in appena 100 righe di codice. Vedremo come jQuery porti sollievo a molti dei problemi di Javascript e perchè no anche quali sono i confini entro cui la sua efficacia viene meno.
Speaker: Andrea Boschin - MVP Silverlight

14:15 - Windows Azure: Getting Started
Iniziamo a mettere la testa tra le nuvole esplorando l'offerta Microsoft per il Cloud Computing. Windows Azure, SQL Azure e Windows Azure AppFabbric offrono allo sviluppatore un modo nuovo di disegnare le proprie applicazioni garantendo maggior disponibilità, scalabilità e manutenibilità a costi inferiori rispetto a quanto ottenibile con approcci di sviluppo e distribuzione tradizionali. Cosa sono e come si utilizzano sono gli aspetti su cui si baserà questa sessione con l'intento finale di mostrare ai partecipanti come iniziare a utilizzare questa piattaforma.
Speaker: Davide Vernole – MVP Visual Studio ALM

15:25 - XBAP Application with WPF 4.0
Le applicazioni browser XAML (XBAP) combinano le funzionalità delle applicazioni Web e delle applicazioni rich client. In modo analogo alle applicazioni Web, le applicazioni XBAP possono essere distribuite in un server Web e avviate da Internet Explorer o Firefox. Come le applicazioni rich client, le applicazioni XBAP possono trarre vantaggio dalle funzionalità di WPF. In questa sessione vedremo un'introduzione allo sviluppo di applicazioni XBAP e vengono illustrate le differenze esistenti tra lo sviluppo di questo tipo di applicazioni e lo sviluppo di applicazioni rich client standard.
Speaker: Davide Senatore - MVP Client App Dev

16:50 - Potenzialità e benefici di ASP.NET MVC
ASP.NET MVC è un framework sviluppato da Microsoft che permette lo sviluppo di applicazioni web utilizzando il pattern Model-View-Controller. Questo pattern si propone di apportare alcuni benefici: maggiore controllo del markup della pagina, URL più leggibili, facilità di integrazione con librerie javascript, chiara separazione dei ruoli/responsabilità tra layer, testabilità e manutenzione del codice... In questa sessione cercheremo di capire quali siano gli effettivi vantaggi che ASP.NET MVC porta agli sviluppatori, e quindi capire, con un occhio pratico, quali reali benefici si abbiano nell'adottare questa tecnologia.
Speaker: Andrea Dottor - MVP ASP.NET

Registrazione: 09:00:00
Inizio: 09:30:00
Località: Hotel Holiday Inn, Marghera (VE)

XE.NET: Quality Track

Microsoft Test Manager
Pianificare, testare e tracciare le attività di testing non è mai stato così completo. Visual Studio 2010 introduce un nuovo approccio alle attività compiute dai tester di applicazioni facilitando la stima di questa delicata parte del ciclo di vita del software. Durante la sessione impareremo a conoscere un nuovo compagno di avventura, Microsoft Test Manager (MTM), in grado di risolvere molti dei problemi che hanno da sempre afflitto il processo di test e bug fixing. Perfettamente integrato con Team Foundation Server 2010 è destinato ad essere uno strumento indispensabile per la creazione di software di qualità.
Speaker: Davide Vernole (MVP Visual Studio ALM)

Ottimizzazione di un'applicazione ASP.NET
Nelle applicazioni di tutti i giorni, spesso ci scontriamo con problemi di performance, oppure siamo alla ricerca di un miglioramento che possa rendere più reattiva la nostra applicazione. In questa sessione vedremo come grazie all'utilizzo della cache, session, ed altri strumenti, possiamo ottimizzare il nostro sito fornendo un feedback migliore all'utente. Con esempi pratici, vedremo il beneficio di come semplici accortezze potranno migliorare notevolmente un'applicazione. Cache, session, IIS 7, routing...saranno i principali argomenti trattati.
Speaker: Andrea Dottor (MVP ASP.NET)

Data: Giovedì 4 Novembre 2010
Ore: 19.30
Luogo: Novotel Venezia Mestre Castellana – Via Alfredo Ceccherini 21 – 30174 Venezia Mestre

Per informazioni e iscrizioni clicca qui.

XE.NET: Virtual Meeting

Creare un Plugin Manager con MEF
MEF ci consente di creare applicazioni in grado di gestire plugin in poco tempo. Vedremo come creare un Plugin Manager per gestire più tipi di plugin. Inoltre vedremo com'è possibile gestire le exception lanciate dai plugins creando un Export Provider. Infine parleremo di Metadata, Recomposition e MEFedMVVM, un framework MVVM scritto da Laurent Bugnion per creare applicazioni WPF utilizzando il pattern MVVM e MEF.
Speaker: Federico Degrandis

Data: Venerdì 15 Ottobre 2010
Ore: 19.30
Luogo: Live Meeting online

giovedì 7 ottobre 2010

XE.NET: Pattern Track

Model-View-ViewModel in una applicazione reale con Silverlight 4.0
Il pattern Model-View-ViewModel sta diventando lo strumento principale per lo sviluppo in ambito WPF. La sua adozione con Silverlight non è sempre di immediata applicazione, ma con pochi e semplici stratagemmi è possibile con facilità beneficiare delle sue peculiarità.
Speaker: Andrea Boschin (MVP Silverlight)

Magellan: MVC meet WPF
Paul Stovell (Client Application MVP) ha rilasciato un interessantissimo framework per la creazione di applicazioni client con WPF che impiegano il pattern MVC.In questa sessione vedremo come questo Framework (completo di codice sorgente) possa essere applicato alle nostre applicazioni avvalendosi del potente databinding di WPF, del pattern MVVM e dei concetti di navigation application e IUI (Inductive User Interface).
Speaker: Davide Senatore (MVP Client App Dev)

Data: Venerdì 8 Ottobre 2010
Ore: 19.30
Luogo: Novotel Venezia Mestre Castellana – Via Alfredo Ceccherini 21 – 30174 Venezia Mestre

lunedì 4 ottobre 2010

ResourceDictionary: referenziare un namespace dello stesso assembly in xaml

L’aggiunta o la rimozione di un attributo fa spesso la differenza. Il problema è saperlo a priori per non perdere troppo tempo nella risoluzione di errori di questo tipo:

The tag 'LocalizeKey' does not exist in XML namespace
'clr-namespace:Knodev.Composite.Client.Core.MarkupExtensions.Globalization; assembly=Knodev.Composite.Client'.

Sebbene il namespace indicato soprà ci sembri correttamente referenziato dobbiamo ricordarci che, se il namespace da referenziare è contenuto nello stesso assembly del ResourceDictionary in cui lo stiamo referenziando, allora non dobbiamo specificare il valore dell’attributo assembly. Quindi per risolvere l’eccezione che ci viene sollevata in fase di eccezione basterà modificare la dichiarazione del namespace da:

xmlns:global="clr-namespace:Knodev.Composite.Client.Core.MarkupExtensions.Globalization;assembly=Knodev.Composite.Client"

a:

xmlns:global="clr-namespace:Knodev.Composite.Client.Core.MarkupExtensions.Globalization"