do more with less
news, esperienze, esempi da condividere e qualcosa su di me

martedì 30 aprile 2013

Rilasciata la Enterprise LIbrary 6.0

EL6Il team di Patterns & Practices ha rilasciato la Enterprise Library V.6. In questa nuova versione sono inclusi il Semantic Logging Application Block e il Transient Fault Handling Application Block oltre a molte altre interessanti novità tra le quali, cosa molto importante, l’inserimento del supporto alle Windows Store App.

Per maggiori informazioni:

- Post: Enterprise Library 6.0
- Post: Just released - Microsoft Enterprise Library 6
- Codeplex: Enterprise Library

Windows Azure Service Bus .NET SDK 2.0

Clemens Vasters presente le novità presenti nel SDK appena rilasciato per Windows Azure relative al Service Bus. IN questo video di pochi minuti potrete vedere cosa è stato introdotto in questa nuova versione.

Windows Azure SDK 2.0

In questo video Scott Guthrie illustra alcune delle nuove funzionalità presenti nella versione 2 del Windows Azure SDK.

lunedì 29 aprile 2013

Creare applicazioni web multi-touch

In questo breve video vengono evidenziati alcuni passi per aggiornare le nostre applicazioni web per introdurre il supporto al multi-touch utilizzando i Pointer events.

giovedì 25 aprile 2013

Definire i requisiti delle vostre app

Restare aggiornati è sicuramente un'ardua impresa in un mondo, come quello in cui ci muoviamo come developer, in cui i cambiamenti e l’evoluzione hanno una frequenza quotidiana. Per questo motivo, quando mi capita di spendere il mio “tempo di aggiornamento” e trovo dei post interessanti non posso che riportarli nel mio blog. Principalmente per mio riferimento (la memoria non mi supporta più come una volta) ma anche perché penso sia utile ampliare l’audiance di informazioni che aiutano a ridurre i tempi di utilizzo di una tecnologia. E’ il caso di questo post “Defining your app’s requirements for a great customer experience” in cui si trovano un sacco di suggerimenti e indicazioni per risparmiare tempo, migliorare l’usabilità e agevolare la certificazione delle nostre Windows Phone App.

DevOps: nuovo rilascio dagli ALM Rangers per la risoluzione dei bug

4152.image_4B3A13D7Questa nuova guida rilasciata dagli ALM Rangers si focalizza sulla risoluzione dei bug utilizzando IntelliTrace. Come di consueto, fotografa degli scenari di utilizzo e fornisce una guida per giungere all’obiettivo che ha ispirato gli ideatori. Nel blog del Visual Studio ALM Team, è presente un articolo “ALM Rangers ship guidance for DevOps bug resolution using IntelliTrace” che descrive le caratteristiche di questo rilascio.

Il materiale è scaricabile da qui.

Task Based APIs per Windows Azure Service Bus

Aggiornamento per l’SDK di Windows Azure dedicato al Service Bus che introduce il supporto Task Based alle API asincrone di questo kit. Per un dettaglio su come installaro e sui contenuti potete leggere il post “Task Based APIs for Service Bus” dal Team blog di Windows Azure.

Coding4Fun toolkit per creare app Windows Phone

Se non lo avete ancora visto o provato non potete perdere l’occasione di scaricarlo e inizare a usarlo. Questo toolkit è un favoloso accelleratore per creare applicazioni per Windows Phone accattivanti con un’usabilità pensata per gli utenti finali. Nel video che segue potete apprezzare alcune delle funzionalità di questo toolkit.

Per scaricare il toolkit cliccate qui.

Attenzione: se ami sviluppare per Windows Phone questo video ti cattura e non riesci a smettere di verlo fino a quando non è finito. Il video dura 19m 28s quindi assicurati di avere il tempo necessario altrimenti farai tardi ;-)

Gestire infrastrutture IT elastiche riducendo la complessità

Nuove funzionalità e nuovi prodotti permettono oggi di gestire con maggior efficienza l’infrastruttura IT. In questo video Brad Anderson illustra come sia possibile sfruttare le ultime novità offerte dalle tecnologie Microsoft in ambito cloud.

Come fare il porting di games in Windows 8

In questo video Randy Spong svela alcuni trucchi utili al porting di giochi in Windows 8. Particolare attenzione viene posta a Unity for Windows Store. Buona visione.

Finalmente un test captcha capibile che non frustra l’utente

Rispondendo a un sondaggio di Trenitalia, mi sono imbattuto in un test captcha finalmente pensato per gli utenti. Ecco lo screenshot:

image

Basta con la frustrazione di caratteri incomprensibili e pensati per occhi di falco; ora basta un pò di matematica!

mercoledì 17 aprile 2013

Elenco delle Virtual Machine disponibili per Visual Studio ALM

Brian Keller ha postato l’elenco delle virtual machine disponibili per Visual Studio ALM. La lista include:

Visual Studio 2012 Update 2 ALM Virtual Machine and Hands-on-Labs / Demo Scripts
aggiornata al 17 aprile 2013

VM focalizzata sulle funzionalità dell’Application Lifecycle Management introdotte in Visual Studio 2010/2012.

Team Foundation Server 2012 and Project Server 2013 Integration Virtual Machine and Hands-on-Labs / Demo Scripts
aggiornata al 17 aprile 2013

VM pensata per dimostrare l’integrazione tra Team Foundation Server 2012 e Project Server 2013.

Team Foundation Server 2012 and System Center 2012 Operations Manager Integration Virtual Machine and Hands-on-Lab / Demo Script
aggiornata al 7 febbraio 2013

VM focalizzata sull’integrazione tra System Center 2012 e Team Foundation Server 2012.

Per maggiori informazioni potete far riferimento al post di Brian che trovate qui.

Visual Studio 2012 Update 2 ALM Virtual Machine and Hands-on-Labs / Demo Scripts ora disponibile

Brian Keller ha appena comunicato che è stata rilasciata la versione aggiornata della Visual Studio 2012 Update 2 ALM Virtual Machine. Unitamente alla macchina virtuale sono stati aggiornati anche gli Hands-on-Labs e le presentazioni fatte con Demo Scripts.

Per scaricare il tutto cliccate qui.

domenica 7 aprile 2013

Aggiornare i process template di TFS alla Update 2

La peggior cosa che possiamo fare se utilizziamo Team Foundation Server, è non mantenerlo aggiornato con le novità introdotte dai diversi update. Le motivazioni di questa mia affermazione sono diverse ma la più importante è che, non aggiornandosi, si perdono i vantaggi offerti dalle nuove funzionalità e di conseguenza si perde produttività ed efficienza. Tra le novità dell’Update 2 di TFS c’è anche l’aggiornamento dei template di processo che purtroppo non viene effettuato in automatico su progetti esistenti in installazioni on-premise. Nessuna paura, c’è un ottimo post del team di sviluppo che spiega come farlo. Leggetelo attentamente e procedete con l’aggiornamento. Ecco il link: Upgrade your 2012 process template from RTM to Update 2.

Personalizzare le colonne della Kaban Board

Recentemente introdotta in Team Foundation Service e ora incluso anche in Team Foundation Server 2012 Update 2, la Kaban board può essere personalizzata. Nel video che segue, Gregg Boer mostra come sia possibile adattarla agli stati di un template di processo già in uso nel team.

Visual Studio 2012 – Update 2 RTM

Il 4 aprile è stato rilasciato l’Update 2 di Visual Studio 2012. L’aggiornamento è scaricabile da qui. I contenuti di questo aggiornamento si possono riassumere in:

- Agile Planning
- Quality Enablement
- Windows Store development
- Line-of-business development
- Development experience

Per un dettaglio vi rimando al post ufficale di Soma Somasegar che potete trovare qui e alla visione del video seguente:

Attenzione all’encoding nelle Tile Periodic Notification

Se vi trovate a implementare le Periodic Notification in una Windows Store App fate attenzione all’encoding dell’aggiornamento della tile che inviate al client. Questo tipo di notifiche vengono sollecitate dal client, la vostra Windows Store App, chiamando un indirizzo web (Url) predeterminato in cui avete implementato un metodo in grado di restituire un xml che rispetti lo schema previsto per quel tipo di contenuto.  Nel mio caso il metodo del servizio sfruttava una classe di utility creata in precedenza per gestire la creazione dei contenuti di una Tile da inviare tramite le notifiche (Push o Periodic). L’output del metodo è una stringa xml il cui encoding, questo l’ho scoperto dopo molte ore di debugging, è UTF-16 mentre l’encoding richiesto dalle tile è UTF-8. Purtroppo ho verificato questo solo come “ultima spiaggia” viziato dal fatto che quel metodo è in produzione per le notifiche Push da circa 6 mesi e non ha mai mancato alla sua funzione permettendoci di inviare notifiche Push per le Tile con successo. Evidentemente, visto che le notifiche push transitano tramite il WNS di Microsoft, li veniva garantita l’uscita in UTF-8 verso le tile del client.

Comunque, ecco come ho risolto il problema per ora (non è la soluzione migliore ma è quella che mi ha permesso di andare in produzione con la funzionalità) in attesa di migliorare la classe di utilità garantendomi così il giusto output per ogni tipologia di contenuto (tile, badge, toast e raw notification).

   1: [...]
   2:  
   3: //Creazione contenuto per la notifica
   4: xml = this.CreateTileWideImage(content.WideImageUrl, content.SquareImageUrl, content.Title);
   5:  
   6: //Encoding in UTF-8        
   7: byte[] encodedString = Encoding.UTF8.GetBytes(xml);
   8: MemoryStream ms = new MemoryStream(encodedString);
   9: ms.Flush();
  10: ms.Position = 0;
  11:  
  12: //Predisposizione dell'XElement da restituire al chiamante
  13: XElement element = XElement.Load(ms);
  14: return element;
  15:  
  16: [...]

 

giovedì 4 aprile 2013

Usabilità comune e usabilità di business - migliorare la raccolta dei requisiti per un’applicazione

Capire quali siano le aspettative del nostro cliente, quando raccogliamo i requisiti per un’applicazione, è forse una delle fasi più delicate del ciclo di vita di un’applicazione. Far in modo che analisti funzionali e/o tecnici sappiano parlare la lingua del business e viceversa, è sicuramente un’impresa ardua ma non per questo impossibile. Iniziare condividendo alcuni concetti base è una delle possibili soluzioni per far si che il risultato ottenuto (applicazione) coincida con il risultato atteso (requisiti del business).

Ogni parte coinvolta nella fase di raccolta dei requisiti deve essere proattiva nei confronti delle altre parti condividendo, esponendo e comunicando in modo chiaro le proprie aspettative o le soluzioni proposte;  verificando che le controparti abbiano compreso il contenuto trasmesso. Un classico esempio di incomprensione nasce dall’usabilità attesa, dal business, dopo aver esposto i requisiti e i vincoli funzionalit ai quali la soluzione dovrebbe rispondere. In molti casi, il risultato finale non coincide con le aspettative a causa delle cose non dette, sottaciute in quanto considerate ovvie o che si credevano comprese dalla controparte.

L’esperienza accumulata in anni di analisi dei requisiti, mi ha portato a enunciare due definizioni per spiegare, alle parti coinvolte (business e tecnici), le aree di usabilità normalmente “non esplicitate” in fase di analisi.

Usabilità comune

Con questo termine si intende l’usabilità funzionale o d’interfaccia che chiunque utilizzi un’applicazione si aspetta come standard per la tecnologia o il device utilizzato.

Usabilità di business

Con questo termine si intende l’usabilità standard o comune del dominio di business a cui la soluzione da realizzare si rivolge.

Un esempio che aiuta a capire la diversità tra queste due tipologie di usabilità è fornito dal caso d’uso: eliminazione di un record. L’usabilità comune prevede che all’utente che richiede la cancellazione di un record, per esempio premendo su un pulsante “elimina”, venga presentata una richiesta di convalida tramite un messaggio che lo invita a confermare o meno l’operazione esplicitando le conseguenze della conferma (per esempio: “Sei sicuro di voler cancellare il record? Premendo sul pulsante conferma il record sarà eliminato e non sarà più possibile recuperarlo. Per annullare l’operazione cliccare sul pulsante annulla”.). Da cliente questo è quello che mi attenderei senza doverlo esplicitare in fase di analisi (Usabilità Comune). In alcune situazioni, potrebbe capitare, di voler consentire la cancellazione senza richiesta di conferma. In questi casi ci troviamo in presenza di una Usabilità di Business che richiede un’esplicita comunicazione da parte del richiedente in quanto difforme dall’aspettativa comune degli utenti.

Spetta ai tecnici condividere con il business l’usabilità comune in modo che sia esplicito il comportamento standard che l’applicazione assumerà; spetta al cliente (business) esplicitare l’usabilità attesa dal dominio di business specifico per l’applicazione in corso di analisi.

Una cattiva comunicazione nella fase di raccolta dei requisiti porta a incomprensioni e insoddisfazioni con l’inevitabile gioco delle parti  che non giova all’interesse comune che è quello di realizzare una soluzione che fornisca valore al business.

Quindi non siate timorosi e comunicate, comunicate e comunicate garantendovi così una maggior probabilità di successo nei vostri progetti.

mercoledì 3 aprile 2013

Miglioramenti al Test Explorer in Visual Studio 2012 (Premium e Ultimate)

In VIsual Studio 2012, con gli update 1 e 2, sono state introdotte alcune novità interessanti nel Team Explorer. In questo breve video è possibile dare un’occhiata a queste novità tra cui filtrare e raggruppare i test per progetto o per classe.

Risolto il problema di Parallels con il Windows Phone SDK

Rilasciata oggi una nuova versione di Parallels Desktop 8 per Mac che risolve i problemi di grafica utilizzando il Windows Phone 8 SDK. Per maggiori informazioni cliccate qui. Un plauso al supporto tecnico che si è attivato rapidamente per sistemare il problema.

martedì 2 aprile 2013

Building Web Apps with ASP.NET Jump Start

Interessante corso su come costruire applicazioni Web con ASP.NET e Visual Studio 2012 per creare applicazioni moderne per browser moderni. Scott Hanselman, John Galloway e Damian Edwards illustrano come creare website pronti per i mobile device. Il corso è fruibile dal sito Microsoft Virtual Academy cliccando qui.

Build 2013 Registration is now open!

Sono aperte le registrazioni alla Build 2013. Registratevi adesso.

Per quelli che come me non potranno esserci, Channel 9 trasmetterà in streaming la keynote, una selezione delle sessioni e i Q&A.

Microsoft MVP su Visual Studio ALM, grazie!

imageSemplicemente grazie! Grazie alla mia famiglia che paga lo scotto di questa mia passione/professione; grazie ai miei amici che con me condividono il piacere di fare community e grazie a Microsoft per permettermi di essere, per l’unidicesima volta, orgoglioso di aver ricevuto questo premio.

 

Grazie di cuore a tutti!